Nella valle di Canevare

23.02.2020

Una valle incantevole creata da una frana, le case e i borghetti appoggiati sul promontorio formatosi dallo smottamento.

Una calda giornata velata sull'Appennino Modenese, oggi ci aspetta una bella gita a Canevare, Fanano (MO).

Il nostro gruppo, 100% made in Romagna, arriva dopo un bel viaggetto in pullman, pronti a sgranchirsi le gambe!

Li accontentiamo partendo con una salita smorzafiato, ma per fortuna abbastanza corta, passando accanto ai pascoli di mucche e cavalli. Intorno a noi pini e abeti lasciano il passo all'autoctono faggio.

La primavera anticipata riempe il sottobosco di colori: rigoglioso l'elleboro verde, il crocus verna e la primula; più timidi a questa quota il delicato bucaneve e l'hepatica nobilis.

Il sentiero costeggia delle pareti rocciose striate dalle stratificazioni marnoso arenacee. Arriviamo al borgo di Fusano, dove tre cavalli al pascolo ci accolgono calorosi.

Ancora un pascolo ed eccoci a Passo Serre: da un lato il Cimone, dall'altro la Pianura Padana.

La discesa è rilassante, le nuvole ormai si sono diradate del tutto lasciando splendere un gran sole. Sul nostro cammino incontriamo diversi esemplari notevoli di faggio e soprattutto un acero di monte di quasi 300 anni.

L'arrivo all'agriturismo del Cimone la Palazza è a dir poco agognato e ci godiamo il meritato pranzo!